Tecniche

Tecniche (23)

Iniziamo la realizzazione di due presepi aperti,questo tipo di presepi non necessita dell'applicazione della prospettiva in quanto non inscatolati come succede nei diorami......

Fonte d'ispirazione queste due immagini..........

Predisponiamo la planimetria e iniziamo la realizzazione degli edifici che andranno a comporre la nostra scena..........

Tracciamo sulle pareti porte e finestre.................

Andiamo a realizzare le travature con listelli in porex.........

Sempre con listelli fissiamo i solieri di porte e finestre.........

Con lastre in porex che andremo a pichettare con spazzola di ferro iniziamo la copertura delle pareti del primo edificio...................

Iniziamo la travatura e il rivestimento del secondo edificio..........

La situazione.........

Realizzazione di una scala che completa il primo edificio...........

Incisione del porex con matita a punta fine per realizzare un muretto a secco........

Ecco una seconda scala anche sul retro del presepio.........

Sempre con la tecnica dell'incisione a matita andiamo a realizzare le pietre tra l'intonaco.........

Stessa cosa per la scala.......

Incisione di altri elementi..........

Il punto della situazione........

Evidenziamo e arrotondiamo le pietre...........

Iniziamo la copertura del fienile con la simulazione degli assi in legno........

Predisponiamo le travature che faranno da supporto alle terrazze........

Ecco la realizzazione delle basi........

Una terza terrazza................

Iniziamo la stuccatura usando colla da piastrelle con l'aggiunta di polvere di tufo.........

Finita la stuccatura passiamo come al solito e su tutto il presepio una mano di cementite all'acqua mischiata ad un po' di terra de'ombra naturale.........

Realizziamo le porte...........

Per le finestre usiamo come al solito di cartoncino.......Riprendiamo con matita le fughe delle pietre in modo da evidenziarle.......

Con listelli di balsa si va a simulare i telai delle finestre.........

Con rete metallica le inferriate.............

Iniziamo la realizzazione delle terrazze..........

Ecco il risultato.......

Iniziamo la realizzazione degli infissi...........

Una volta terminato di realizzare infissi porte terrazze passiamo la cementite all'acqua anche su questi elementi.........

Per il colore di fondo sempre terra d'ombra naturale+blu oltremare...........

Rifiniamo la tettoia della scalinata............

Passiamo la mano di fondo anche sul secondo edificio..........rifiniamo le due scale.........

Diamo un'ulteriore passata di mano di fondo a tutto il presepio...........la situazione.........

Iniziamo la copertura della pavimentazione...........

Con matita incidiamo il polistirene per creare le mattonelle.........

Sempre con polistirene inciso andiamo a realizzare un muretto sul retro del presepio........

Scegliamo la posizione delle statuine che andranno a comporre la scena e fissiamole alla base..........

Passiamo anche sulla pavimentazione una mano di cementite.......

Situazione............

Diamo la mano di fondo anche alla pavimentazione................coloriamo con acrilici le statuine........

Con gesso rifiniamola parte laterale del presepio............

Passiamo del terra d'ombra bruciata su tutte le parti che simulano il legno........

Iniziamo la copertura dei tetti................

Realizziamo con porex i tetti in ardesia..........

Ecco il nostro tetto completato...........

Particolare...........

Passiamo la mano di cementite..........

Situazione.........

Passiamo la mano di fondo (terra d'ombra + blu oltremare) anche sui tetti...........

Ora abbandoniamo questo presepio prima della colorazione finale e passiamo al passo-passo del secondo presepio aperto........pronti via!!!!!!

 

SECONDO PRESEPIO...........

 

Iniziamo col preparare la base............

Per creare i nostri edifici questa volta useremo anche del normale polistirolo...........

Tracciamo la posizione di porte e finestre..........

I solieri........

Rivestiamo gli edifici con polistirene........

Cartoncino per le finestre.........realizziamo le porte.............

Le travature............

Gli infissi.........

Con colla per piastrelle e polvere di tufo stucchiamo e invecchiamo il tutto.......

Le terrazze.............

Per l'arco incidiamo a matita il porex..........

Situazione........

La pavimentazione.........

Mano di cementite.........

Gesso scagliola per il sentiero.........

Mano di fondo.......

Copertura dei tetti....... e simulazione dell'ardesia........

Cementite.........

Dopo aver passato una mano di acqua e vinavil al gesso diamo anche a quest'ultimo la mano di fondo.........

Mano di fondo anche ai tetti.......

La situazione prima della colorazione finale.........

 

PRIMO PRESEPIO.........

Ecco l'albero realizzato per la nostra scena.........

Iniziamo la colorazione partendo con le ardesie(terra di siena naturale-grigio -grigio +bianco).........

Le parti in legno(terra d'ombra bruciata-terra di siena naturale-terra di siena+bianco-bianco titanio)........

Prima passata di terra di siena naturale sulle parti d'intonaco.........

Si continua con l'intonaco mischiando terra di siena naturale+bianco a schiarire.........

Stessa cosa per il secondo edificio........

Iniziamo a differenziare le pietre......... terra di siena naturale.......

terra di siena + bianco a schiarire........

L'intonaco successivamente verra' invecchiato con lavature...........

Coloriamo la scala...........

Iniziamo anche la colorazione della pavimentazione........stessa sequenza di colori della scala (terra di siena naturale-terra di siena+bianco-aggiunta di bianco a schiarire).......

Con bianco sporco evidenziamo i solieri delle finestre e delle porte...........

Colorazione praticamente conclusa,successiva lavatura per invecchiare ulteriorrmente l'intonaco.......

Realizziamo alcuni elementi che andranno ad arricchire la scena........

Con terra d'ombra molto diluita andiamo a invecchiare ulteriormente l'intonaco........

Completiamo la parte laterale  aggiungendo un pozzo..........per l'erba usiamo segatura colorata.......

Il presepio andra' inserito in una teca......

Realizziamo anche il cielo che fara' da sfondo............situazione...........

Andiamo a realizzare delle fioriere...........

Sistemiamo i vari complementi(tinozze,carretto ecc.).........

Per lo sfondo dipingiamo un po' di nuvole..........

Completiamo la teca dandogli un po' di colore...........

Inscatoliamo il tutto inserendo la lampada (da quest'ultima immagine la Nativita' sembra un po' in ombra ma la foto inganna)........

 

Il primo presepio e' praticamente finito(le foto definitive verranno successivamente inserite nella sezione presepi).......da domani si inizia la colorazione definitiva del secondo presepio.....

Alla prossima..........ciao!!!!!!!!

Riprendiamo la colorazione del secondo presepio...........

Le ardesie...........

Le parti in legno........

Colorazione della parte posteriore.........

Iniziamo la colorazione dell'arco.........

Stuccatura di raccordo degli edifici........

Con spugna per fioristi e vinavil creiamo l'erba.........fissiamo alla base il nostro gregge........

Realizziamo qualche complemento..........

Realizziamo la base.........

Con compensato creiamo uno sfondo e dipingiamo le nuvole.........

Inserimento della vegetazione (purtroppo sono rimasto senza teloxis) che risulta un po' spoglia........

Con la pochissima teloxis rimastami ho cercato di dare un po' di "vita" agli alberi.............

Altri arbusti.....

Anche il secondo presepio e' finito.......

 

Alla prossima "avventura dioramistica"..............ciao valter

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ciao a tutti,eccoci nuovamente al lavoro,per questo diorama ho voluto abbandonare per un po' gli scorci veneziani e "ritornare" in Toscana e precisamente a San Gimignano (borgo che ho visitato e che mi ha veramente colpito) dove ho deciso di ambientare questa Nativita'.La location e' Piazza della Cisterna, si parte sempre dall'immagine d'ispirazione................

Queste saranno le statuine scelte per comporre la scena.............

Realizziamo la base su cui andremo a costruire il diorama..............

 

Calcoliamo il punto di fuga (come potete notare dall'immagine il diorama verra' realizzato utilizzando piu' punti di fuga vista la conformita' della suddetta piazza)............

Iniziamo la realizzazione delle strutture dei vari edifici...................

Si prosegue con la struttura..............

Iniziamo a tracciare le linee prospettiche di riferimento......................

Ecco le strutture ormai ultimate....................

Per effetto della prospettiva il terreno tende a salire,con polistirene andiamo a pareggiare................

Iniziamo a disegnare sulla struttura i vari elementi (porte finestre ecc.)...........

Si prosegue con il disegno...............

Ecco ultimata la prima parte con gli edifici di primo piano........................

La strada sullo sfondo risultera' in leggera salita....................

Iniziamo il rivestimento delle pareti................

Incisione a mattoni..................

L'incollaggio con colla a caldo....................

Si continua con il rivestimento..................

Iniziamo il rivestimento della parte sinistra.....................

La torre............

Rifiniamo ulteriormente le incisioni del polistirene con matita a punta fine......................

Rifiniamo alcune finestre...............

Il punto della situazione..................

Alla prossima..............ciaoooooooooooo!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

 

 

 

 

La Nativita' e' ambientata in un tipico scorcio veneziano con veduta del famoso "Ponte dei sospiri".Come sempre partiamo da una immagine che ci servira' come fonte d'ispirazione..........

 

 

La Nativita' nel diorama in questione e' ambientata a Venezia e precisamente in "Rio de la frescada",con questo passo-passo illustrero' i vari passaggi fino ad arrivare al completamento del suddetto diorama.La fonte d'ispirazione e' questo quadro realizzato a china,e' anche utile se possibile recarsi sul posto per qualche foto cosi' da avere sottomano l'insieme della zona da riprodurre.........

Scelto per cosi' dire il soggetto sono andato alla ricerca delle statuine da inserire nel mio diorama ma purtroppo non riuscendo a trovare quello che cercavo ho deciso di provare a realizzare io stesso quello che avevo in mente,e cosi' spendendo pochi "euri"(che al giorno d'oggi non e' poi cosi' male) ho acquistato un panetto di argilla e mi sono cimentato nell'impresa.Il risultato lascio a voi giudicarlo,diciamo comunque che mi ritengo abbastanza soddisfatto............

Le statuine realizzate in argilla vanno "cotte" in forno a 900gradi,purtroppo non potendo effettuare questa operazione ho dovuto provvedere in altro modo,quindi dopo la loro asciugatura sotto con vinavil mista ad acqua,passiamo diverse volte questa soluzione e vedrete che alla fine formera' come una patina che rendera' consistenti le statuine pronte per la successiva colorazione con acrilici opachi naturalmente questo e' solo un rimedio che sembra funzionare,resta il fatto che la cosa migliore sarebbe "cuocerle" comunque...........

Trovato il soggetto e create le statuine che andranno a comporre la nostra scena possiamo iniziare la realizzazione del diorama,solita base di compensato su cui andremo ad incollare un foglio di polistirene da 4cm,penso che molti di voi sapranno gia' come calcolare il punto di fuga per applicare la tecnica della prospettiva,per quelli che invece non sanno come effettuare tale operazione voglio rispiegarlo.Posizionare la nostra base ad una distanza dalla parete che sara' il doppio della sua lunghezza,nel mio caso la lunghezza della base e' di 118cm quindi il primo piano del mio diorama distera' 236cm dalla parete ,fissare un'astina di legno alla parete stessa e riportare la misura dell'altezza della base da terra sommando la misura delle statuine del primo piano,la seconda scelta sara' tra una prospettiva centrale e una prospettiva laterale,nel mio caso la scelta e caduta sulla seconda opzione che rende la scena meno piatta e piu' armoniosa.

Calcolato come si puo' vedere nella figura precedente il nostro punto di fuga iniziamo ha segnare sulla base qualche linea prospettica di riferimento..........

Essendo previsto un corso d'acqua al centro della scena andiamo a realizzare due rialzi laterali che faranno da rive.........Fissiamo le due basi con colla vinavil e stuzzicadenti.............

Riportiamo tramite il nostro spago la posizione prospettiche del primo edificio di primo piano.............

Con un foglio di polistirene realizziamo la prima parete sempre seguendo la prospettiva............

Passiamo ora al secondo edificio laterale,foglio di polistirene,anche in questo caso seguire la prospettiva............

Adesso prima di continuare volevo fare una premessa,le tecniche da me usate per la realizzazione di questi diorami sono piu' o meno le stesse quindi mi scuso con voi se i passo-passo da me pubblicati risultassero un po' noiosi e ripetitivi.

Andiamo a segnare con lo spago la linea di prospettiva alla base degli edifici.......................

Ripetiamo l'operazione anche per il secondo edificio.............

Con il porex andiamo a pareggiare il terreno che risultera' in leggera salita verso il punto di fuga...........

Vista dall'alto ad operazione conclusa.............

Anche il canale(rio in veneziano!) seguira' la prospettiva quindi segnamo anche in questo caso le nostre linee e pareggiamo il tutto con il porex................

Una volta completato il livellamento del terreno secondo la prospettiva,possiamo iniziare a realizzare i supporti degli altri edifici,nelle prossime immagini potete vedere vari passaggi di questa operazione..............

Ecco una prova non ancora definitiva sulla posizione delle statuine che andranno a comporre la scena..........

Si continua con la realizzazione dei supporti degli altri edifici del secondo piano...............

Ecco come si presenta la nostra base con la predisposizione di tutti gli edifici che andranno a comporre il nostro diorama................

Una volta completati i nostri supporti cominciamo a tracciare su di essi le linee prospettiche che ci serviranno da riferimento  per creare porte e finestre.............

Ecco come si presenta la prima parete dopo tale operazione.............

Procediamo in questo modo........

Passiamo agli edifici sul lato opposto...................

Completata la segnature di porte e finestre,riportiamo le linee di prospettiva anche sulla pavimentazione................

Iniziamo a realizzare il ponte che sara' situato al centro della scena.......

Naturalmente questo non e' il ponte dei "Sospiri" e nemmeno il ponte di"Rialto"ma nel suo piccolo e' piuttosto carino,allora mano al porex e iniziamo con il disegnare il nostro ponte,anche in questo caso quando andremo a collocare i vari elementi (parapetti,scalini)dovremo seguire la prospettiva,nelle prossime immagini le varie fasi di lavorazione....................

Per unire i due parapetti prepariamo una sfoglia di porex di pochi mm che andremo ad incollare nel mezzo............

Iniziamo l'incollaggio degli scalini................

Completiamo gli scalini anche nell'altro lato..................

Il lavoro da diversi punti di vista dopo il collocamento di tutti gli scalini..............

Passiamo ora a rifinire alcuni particolari del ponte...............per i masegni (pietre tipiche delle strade e ponti di Venezia) ritagliamo delle strisce di porex che andra' lavorato con spazzola di ferro.............

Rifiniti gli scalini lasciamo momentaneamente il nostro ponte e passiamo a rifinire gli edifici realizzando con listelli di porex i solieri delle finestre..............ecco dalle foto i vari passaggi.............

Ecco il punto della situazione....................

Passiamo nuovamente ai nostri edifici e iniziamo a rifinirli,creiamo i camini....................

Come sempre ricordo che anche questi elementi dovranno essere collocati in prospettiva come da figura.............

abbandoniamo momentaneamente i due edifici di secondo piano ed andiamo a realizzare i solieri di porte e finestre degli edifici di primo piano...........

Possiamo cominciare a rifinire maggiormente tali edifici aggiungendo particolari piu' rifiniti per i balconi.nelle prossime immagini potete vedere i vari passaggi della realizzazione di tali rifiniture..............

Il punto della situazione...................

Da quest'ultima immagine potete notare un piccolo errore di cui mi sono accorto purtroppo in un secondo momento,infatti la fondamenta di sinistra non e' abbastanza larga e i gradini del ponte risultano troppo attaccati all'edificio per cui in corso d'opera ho dovuto modificare la base del diorama e allargarla in modo che le due rive abbiano la stessa misura per cui nelle prossime immagini noterete la differenza.

Possiamo cominciare a lavorare sull'intonaco,per questo usiamo dei pezzi di porex che dovranno avere piu' o meno lo stesso spessore dei solieri ed andiamo a "rivestire" i nostri edifici,noterete come prima di essere incollati i suddetti pezzi di porex dovranno essere carteggiati e pichettati con spazzola di ferro per creare le imperfezioni.............,naturalmente le fessure tra pezzi di porex spariranno con la successiva lavorazione................

 

Passiamo al secondo edificio applicando sempre lo stesso metodo............

Ecco di due edifici dopo il rivestimento................

Il punto della situazione....................

Nel rivestire con il metodo precedente anche l'edificio di destra del primo piano prevediamo delle zone dove l'intonaco si e' staccato,nelle prossime immagini potete vedere il sistema che ho adottato per realizzare tali zone...........

realizziamo anche per questo edificio alcuni particolari..............

Realizzazione di un terrazzino

Naturalmente si dovra' rifinire il tutto con la ringhiera che realizzeremo successivamente,nelle prossime immagini andremo a predisporre altri due terrazzini dell'edificio di secondo piano...................

Ecco il punto della situazione da diversi punti di vista.....................

Si prosegue con la realizzazione di altre terrazze previste,nelle prossime immagini potete vedere la creazione dei "barbacani"(pilastri che sorreggono tali terrazze) e le relative basi di tali terrazze,i parapetti verranno aggiunti anche in questo caso in un secondo momento cosi' da permettere una piu' facile lavorazione delle parti ad intonaco,ricordo che anche i basamenti delle terrazze seguono le linee prospettiche....................

una seconda terrazza in secondo piano..............

Praticamente tutte le basi per le terrazze previste nel nostro diorama sono state realizzate,come di consueto ecco il punto della situazione da vari punti di vista...............

Cominciamo a completare le pareti degli edifici di primo piano,per le parti in mattoni come per i precedenti diorami ho usato mattoncini di porex incollati con colla a caldo,nelle prossime immagini varie fasi di tale lavorazione...............

Una volta terminata una zona con una matita differenziare uno a uno i mattoni..................

Passare al secondo edificio..............

Naturalmente anche per questa procedura seguire le linee prospettiche..............andiamo a realizzare il pluviale................

Nella parte finale e' previsto un capitello.....................

Completiamo anche il camino.............................

Realizziamo sempre in porex anche i pluviali................

Il punto della situazione.........................

Anche per gli altri edifici e prevista la realizzazione dei pluviali...............

In questa fase andiamo a rivestire i camini usando un foglio sottile di porex opportunamente trattato con spazzola di ferro..........

Riprendiamo a rivestire le parti degli edifici di secondo piano dove e' prevista una parete a mattoni,naturalmente i mattoncini in porex dovranno essere di misura piu' èiccola rispetto a quelli usati per gli edifici di primo piano...........

Come gia' detto in altri passo-passo questa tecnica e' piuttosto laboriosa,ma niente paura se si  stufi smettiamo per un po' e riprendiamo in un secondo momento,vi garantisco che la vostra pazienza verra' sicuramente appagata.............

Dopo aver terminato la parete passiamo con la matita le fughe dei mattoni cosi' da evidenziarli ............

Il punto della situazione......

Si prosegue con altre parti lavorate a mattoni............

Iniziamo a rifinire anche il ponte.............

Completiamo il rivestimento dei parapetti.................

Una veduta dall'alto.................

Una volta finito il rivestimento del nostro ponte passiamo alla riva...............

Ecco il ponte completato.....................

Procediamo ora alla realizzazione di una scalinata con relative colonnine e il completamento delle due rive,nelle prossime immagini potete vedere i vari passaggi.............

Nel nostro diorama e' prevista una barca,basandomi su un disegno scaricato da internet provero' a realizzarla naturalmente come gia' detto in altri passo-passo non sono un maestro d'ascia (costruttori di gondole e barche tipiche) ma provero' a cimentarmi nell'impresa, i maestri d'ascia per costruire gondole e barche usano tavole di legno stoppa e pece,noi viceversa abbiamo il nostro porex quindi pronti    via!!!!!!!!!!!!

Una volta completato lo scheletro della barca iniziamo a rivestirla...................

Il punto della situazione.................

Si continua con la nostra barca completando la sua rifinitura,nelle prossime immagini potete vedere le varie fasi................

La nostra barca puo' dirsi conclusa,sara' rifinita con il pagiolato interno quando andremo successivamente a fissare la statuine,ora mi pongo una domanda,una volta messa l'acqua restera' a galla,mah! (ai posteri l'ardua sentenza)...................

Il punto della situazione..............

Iniziamo a rifinire le terrazze,seguendo sempre la prospettiva andiamo cosi' a creare i parapetti,nelle prossime immagini vene illustrata la tecnica da me adottata per tale lavorazione...........................

Dopo aver realizzato le terrazze previste,ecco il punto della situazione......................

Passiamo a realizzare i tetti dei nostri edifici,a tale scopo creiamoci una base in porex che ci servira' per la successiva lavorazione...................

Alla stessa maniera passo al secondo edificio.................

Anche in questo caso in corso d'opera ci si puo' accorgere di qualche errore,infatti i pluviali devono essere rifatti (succede anche nelle migliori famiglie!) passiamo a creare la parte esterna dei coppi con striscioline di porexche andranno lavorate con una limetta..........

Situation................

Rifinitura dei pluviali...................

Per creare i coppi andremo ad incollare dei listelli di porex che andranno smussati e carteggiati.............

Iniziamo la posa................nelle prossime immagini potete vedere i vari passaggi..............

Ecco il nostro primo tetto completato e pronto per la successiva lavorazione.............

Completiamo anche il giardino del secondo piano...............

E' prevista la realizzazione di un'altana che andra' realizzata anch'essa in porex,allao stesso tempo possiamo realizzare anche la copertura del tetto,nelle prossime immagini i vari passaggi............

Completiamo anche per questo edificio il pluviale...........

Si continua con l'altana...............

La nostra altana e completata,in un secondo momento andremo ad aggiungere le fioriere............

Anche per l'edificio di fronte andiamo a realizzare la copertura del tetto..............

Il punto della situazione..............

Iniziamo ora con gli edifici del terzo piano che andranno a "chiudere" la scena e faranno da sfondo al nostro diorama,dobbiamo cosi' realizzare due palazzi tipici di Venezia ed allora cominciamo a segnare su di un pannello in porex della giusta misura tutte le linee di riferimento,nelle prossime immagini potete vedere i vari passaggi fino al risultato finale..................

Naturalmente i dettagli visto che si tratta di elementi che andranno collocati in terzo piano saranno meno definiti e ora il punto della situazione.................

Rifiniamo i camini degli edifici.....................

Realizziamo un classico camino che si vede spesso sopra i tetti veneziani...............

Possiamo iniziare la posa della pavimentazione che e' formata dai classici "masegni",nelle prossime immagini varie fasi della lavorazione....................

In questa fase andremo a fissare sulla base le nostre statuine.............

Il punto della situazione............................

Iniziamo a rifinire le varie finestre andando a coprire i punti predisposti con del cartoncino colorato di nero..............

Dopo aver ultimata la copertura dei fori delle finestre andiamo a creare quest'ultime usando dei piccoli listelli di legno,per simulare i vetri possiamo usare un foglio di plastica trasparente............

Per gli infissi useremo il porex,nel diorama sono previsti infissi chiusi.............

Altri infissi risulteranno aperti..............

Passiamo al secondo edificio di primo piano..................

Iniziamo la rifinitura delle finestre anche per gli edifici di secondo piano,naturalmente i listelli in legno per la creazione dei telai dovranno essere di minore dimensione.................

Il punto della situazione.......................

Dopo le ferie eccomi di nuovo al lavoro su questo diorama e allora pronti     via!!!!!!!!!

Possiamo completare le finestre degli edifici che faranno da sfondo alla nostra scena,usiamo dei listelli di legno per creare i telai............

A questo punto tutti i telai delle finestre di primo secondo e terzo piano sono stati creati,incidiamoli con un punteruolo per creare le imperfezioni tipiche del legno quindi passiamo alla loro colorazione.In questo caso ho rispolverato un vecchio metodo che tempo lessi in una rivista di arte presepiale,la tecnica si sviluppa in tre passaggi: prima mano di mordente noce,una volta asciutto una mano di inchiostro di china diluito con acqua,la terza operazione e' quella di eseguire una "lavatura" con panno ruvido e acqua per togliere in parte gli inchiostri,asciugare il tutto con un phon,nelle prossime immagini i vari passaggi...............

 

Adesso siamo pronti per iniziare a montare le grate dove quest'ultime sono previste,ma come sempre questa e' un'altra storia............

Allora iniziamo a realizzare le inferriate, procuriamoci una rete metallica zincata(misura grande  per il primo piano e di maglia un po' piu' piccola per il secondo piano)  che ben si presta a tale scopo,state attenti a non farvi male perche' non e' di facile lavorazione,devo dire che purtroppo anche per la prospettiva questa non e' la tecnica piu' adatta pero' con un po' di pazienza cerchiamo di fare del nostro meglio,nellr prossime immagini alcune fasi della lavorazione...............

Le inferriate andranno successivamente colorate.Sistemate le inferriate dei due edifici di primo piano possiamo passare a quelle degli edifici del secondo piano,in questo caso procuriamoci sempre della rete zincata che dovra' essere di maglia leggermente inferiore rispetto a quella usata in precedenza...........

Iniziamo con quest'ultima a realizzare le nostre inferriate,nelle prossime immagini i vari passaggi................

"Roviniamo" un po' l'intonaco..................

Prima di passare alla realizzazione dele inferriate dell'edificio che fara' da sfondo una rapida carellata sul punto della situazione............

Eccoci arrivati all'edificio di sfondo,in questo caso(purtroppo non sono riuscito a reperire rete zincata di misura piccola sic!)le inferriate andranno realizzate con del filo fine di rame (attenzione!lavoro di pazienza!)e fissate una a una........................

Ecco il risultato.....................

Terminato di sistemare le nostre inferriate siamo pronti a rifinire l'intonaco degli edifici,a questo scopo possiamo usare della malta pronta.............

Iniziamo......................

Passiamo agli edifici di secondo piano...............

Diamo una passata di malta pronta anche sull'edificio di sfondo..................

L'intonaco e' terminato,come di consueto il punto della situazione.........................

A questo punto siamo pronti per la colorazione,ma questa e' un'altra storia!

Allora come promesso partiamo con la colorazione,per prima cosa diamo una mano di pittura acrilica di fondo,questa operazione e' consigliata per permettere di avere una superficie piu' aderente per la successiva colorazione.................

Mentre aspettiamo che la mano di fondo sia asciutta,possiamo rifinire la pavimentazione composta dai famosi "masegni" veneziani................

La situazione.............

Una volta asciutta la mano di pittura acrilica iniziamo la colorazione vera e propria,devo premettere che per questo diorama avrei voluto usare le terre ma ahime' dovro' rimandare questo tipo di colorazione ad un prossimo diorama (sara' la verita',mah!),si inizia dagli edifici di primo piano,il colore sara' un terra d'ombra naturale con l'aggiunta di una puntina di blu oltremare con questa tonalita' andremo a colorare anche la pavimentazione e il nostro ponte,nelle prossime immagini potete vedere i vari passaggi..............

Situazione............

Passiamo alla colorazione degli edifici di secondo piano,per la mano di fondo usiamo lo stesso colore del primo piano aggiungendo un po' di grigio............

Passiamo ora agli edifici di sfondo aggiungendo al colore del secondo piano un po' di bianco.....................

Finito di dare la mano di fondo iniziamo con ulteriori rifiniture,fissiamo l'ultima statuina e completiamo la barca...........

Possiamo cominciare a realizzare le porte,si inizia da una basetta di porex che su cui successivamente andremo ad incollare dei listelli di legno.............

Per la colorazione usiamo la stessa tecnica delle finestre:mano di mordente noce,inchiostro di china diluito con acqua ecc.

Ecco il risultato..............

 

 

Si prosegue con la realizzazione di due portoni in secondo piano,in questo caso useremo il porex....................

Iniziamo la colorazione della barca......................

Diamo la mano di fondo lungo il canale il colore dovra' essere un verde scuro....................

A questo punto possiamo iniziare la seconda fase della colorazione,la prima operazione che faremo e' quella di evidenziare le pareti lavorate a mattoni,la tecnica sara' quella del pennello asciutto,il colore che useremo sara' ocra rossa,ricordatevi che le pennellate dovranno essere veloci e leggere.......................

Cominciamo ad evidenziare anche le parti in marmo(solieri,pluviali,terrazze ecc.)il colore da usare sara' il bianco...............

Rifiniamo sempre con colore bianco anche l'edificio che fara' da sfondo......................

Siamo quasi alla conclusione della colorazione degli edifici,ci sara' una terza fase dove stenderemo il colore definitivo,ma come dico sempre "questa e' un'altra storia",ecco la situazione..................

Iniziamo a stendere il colore definitivo,per l'intonaco degli edifici di secondo piano useremo giallo ocra +una puntina di terra d'ombra bruciata e ocra rossa +bianco,a pennello asciuuto andremo a "picchettare" l'intonaco fino ad ottenere l'effetto voluto..............

Per l'edificio di primo piano lavorato ad intonaco stendiamo un colore ottenuto mischiando il grigio+una puntina di terra d'ombra naturale............

Con colore verde vescica +una puntina di nero iniziamo a colorare anche gli infissi............

Rifiniamo anche le parti in marmo del ponte..............

Aggiungiamo agli edifici altri particolari come le gorne,per creare questo elemento possiamo usare dei tondini in plastica oppure di rame,i finali saranno in porex,fisseremo poi il tutto con filo di ferro................

Nella nostra scena e' previsto un albero ,procuriamo un ramo di rosmarino su cui andremo ad incollare rametti di "teloxis aristata" (difficile purtroppo da reperire) una volta terminata questa fase usiamo del fogliame per modellismo e andiamo ad incollarlo sui nostri rami...........

Il nostro albero e' pronto,andiamo a posizionarlo ed iniziamo a fissare i primi edifici..................

Situazione.............

Rifiniamo il ponte accentuando con il colore bianco le parti in marmo..............

Passiamo successivamente a rifinire anche la pavimentazione usando il colore grigio e differenziando qualche "masegno" con una tonalita' tipo terra di siena,per le fughe delle pietre useremo un colore ottenuto con terra d'ombra bruciata + terra di siena+bianco.......

Ecco il risultato dopo questi due interventi.................

Situation...............

Iniziamo a realizzare tutti i complementi del secondo piano visto che successivamente andro' a fissare l'edificio che fara' da sfondo al diorama e certe operazione quindi risulterebbero difficili,cominciamo con una fioriera prevista sulla terrazza,quest'ultima andra' realizzata in porex cosi' come per i vasi,procuriamoci dei fiori secchi.............

Sopra la mura del giardino realizziamo una specie di siepe sempre con fiori secchi.............

Fissiamo come detto in precedenza lo sfondo e sigilliamo il tutto con stucco visto che la prossima operazione sara' quella di ricreare il corso d'acqua..............

Situation.................

Allora come gia' annunciato siamo pronti ad aggiungere la resina "effetto acqua" nel nostro diorama,per prima cosa dobbiamo mettere a bolla il presepio visto che la sede dove andremo ad eseguire la colata e' in leggera salita e allora pronti via!!!!!!!!!!!

Miracolosamente la barca sembra rimanere a galla (scherzo!),ora non ci resta che aspettare l'asciugatura della resina,nel frattempo possiamo completare il diorama con gli ultimi complementi e visto che ricorrono i 150 anni dell'unita' d'Italia perche' non realizzare una bella fioriera tricolore..................

Passiamo al montaggio del cielo e la sua colorazione,il materiale che ho usato e' un foglio di vetroresina che andra' dipinto con diverse mani di tempera di colore azzurro,una volta sistemato all'interno del diorama andremo a dipingere le nuvole.................

ecco il risultato.............

Per realizzare le alghe tipiche delle rive veneziane ho usato della gomma tritata a cui ho aggiunto il colore e colla vinavil..............

Iniziamo a realizzare anche gli elementi che faranno da contorno alla scena..................

Il punto della situazione..................

A questo punto il diorama puo' dirsi praticamente concluso,non ci resta che chiuderlo nella parte alta e collocare l'illumunazione,naturalmente aggiungero' alla scena anche dei colombi che a Venezia non mancano mai..........per le foto definitive vi rimando alla sezione presepi..............ciao e a presto con un'altro passo-passo                                Valter

 

 

Fonte d'ispirazione per l'ambientazione di questa Nativita' e' il loggione di Palazzo Ducale a Venezia.............

Calcoliamo il nostro punto di fuga...........

La pavimentazione del loggione per via della prospettiva risultera' in leggera salita........

Alcuni capitelli dovro'(purtroppo!) realizzarli in porex.......

Andiamo a realizzare le prime colonne.......

Iniziamo la realizzazione delle balaustre...........

Con gomma siliconica realizziamo dei stampi per i capitelli........

Ecco i nostri capitelli dopo la colata.........

Fissiamoli alle colonne...........

Iniziamo la realizzazione della parete di sinistra..........

Con foglio di compensato andiamo a realizzare la base per i quadrilobi delle colonne...........

Ritagliamo con il traforo........

Allo stesso modo anche i quadrilobi di fondo.........

Ecco le dime completate........

Sempre con foglio di compensato realizziamo il soffitto del loggione.........

 

Tracciamo in prospettiva porte e finestre.......

 

Il punto della situazione..........

iniziamo il rivestimento del soffitto..........

Le travature..........

Rivestimento dei quadrilobi.....

Iniziamo il rivestimento della parete di sinistra..........i solieri.........

Rivestiamo la parete...........

Completiamo il rivestimento dei quadrilobi........

Per le finestre usiamo listelli di balsa..........

Completiamo il tutto con le inferriate.......

Rifiniamo i solieri.........

Ecco il portone........

Iniziamo a rifinire i quadrilobi..........

Situation........

Ecco i quadrilobi finalmente finiti (che lavoraccio!!!!!!!!!!)...........

 

Con listelli di legno per fissiamo il tutto e incolliamo i quadrilobi alle colonne........

Completiamo la parete con un cornicione.........

Per la stuccatura usiamo colla per piastrelle............

Anche l'interno dei quadrilobi andra' stuccato per nascondere la dima in compensato........

I capitelli di sfondo risultavano un po' piccoli,ecco un piccolo intervento per migliorare la "consistenza"..........

Si continua con la stuccatura degli archi........

Iniziamo una prima fase di colorazione con il passare la solita mano di cementite all'acqua colorata con un po' di terra d'ombra............

Diamo la passata di cementite anche alla parete........

Decidiamo la posizione delle statuine che andranno a comporre la scena..........

Il loro posizionamento............

Usiamo dei chiodini per il fissaggio......

Stucchiamo la pavimentazione...........

Il punto della situazione.............

Per lo sfondo andiamo a usare l'immagine dell'isola di San Giorgio,incolliamola su un foglio di compensato.........

Ecco la tavolozza su cui successivamente andremo a riprodurre il mare...........

Come si presentera' il diorama con lo sfondo.........

Si continua con lo sfondo,coloriamo la tavolozza...........

Con silicone realizziamo l'acqua...........

Il risultato..........

Iniziamo la seconda fase della colorazione passando la mano di fondo su tutto il diorama..........

terra d'ombra +blu oltremare.....

Definiamo ulteriormente lo sfondo............

Con vari colori simuliamo un bel pavimento alla veneziana...........

Iniziamo la seconda fase della colorazione passando sopra la mano di fondo e a pennello asciutto il terra di siena naturale..........

Differenziamo le parti in marmo con grigio che andremo man mano schiarendo..........

Coloriamo l'intonaco con bianco titanio...........

Per colonne e quadrilobi usiamo gli stesso colore (grigio a schiarire) dei marmi........

 

Sul pavimento passiamo della vernice all'acqua........

Con listelli in legno le barre.........

La situazione.........

Iniziamo il montaggio del cielo realizzato con foglio di vetroresina dipinto con tempera........

Prendendo spunto da questa immagine ho deciso di inserire nel diorama un tendaggio......

Dipingiamo sul cielo un po' di nuvole........

Realizziamo òa colonna di Marco presente in bocca di piazza a S.Marco........

Il suo posizionamento............

Prepariamo il boccascena.......

Situazione...........

Dopo le ferie e dopo che nonostante i miei 51 anni sono diventato nonno!!!!!! (e' nato DAVIDE!!!!!!),si ritorna al lavoro sul diorama...........

Prove di illuminazione.............andro' ad usare delle lampade a led......

Realizziamo la culla............................

Passiamo colori acrilici opachi sulle statuine.........

Il diorama e' finito.................anche questa avventura e' finita............ciao valter

 

 

 

 

 

 

 

Iniziamo come sempre il nostro diorama partendo da un'immagine.in questo caso la scena della Nativita' e' ambientata a Venezia e precisamente in Corte San Pantaleone (corte tipica veneziana che fa parte della Venezia di una volta e che ora non esiste piu' o comunque e' stata inglobata in qualche palazzo...........

Calcoliamo il punto di fuga e optiamo per una prospettiva laterale.........

Tracciamo sulla nostra base la planimetria del diorama.............

Con lastre in porex andiamo a creare gli edifici.........

I laterali.......

Il risultato......

Per effetto della prospettiva il terreno risultera' in salita.........

Andiamo a pareggiare con il porex........

Creiamo un'apertura che sara' il nostro sottoportico...................

Iniziamo a tracciare le linee di prospettiva sulle pareti........

Iniziamo sempre in prospettiva a disegnare sulle pareti dei nostri edifici porte finestre camini.........

Altri elementi.......

Concludiamo la tracciatura di finestre,porte ecc............

Situazione..............

Con listelli di porex andiamo a realizzare pietre e solieri di porte e finestre..........

Iniziamo il rivestimento delle pareti............con listelli di porex simuliamo i mattoni........

Ecco la nostra prima parete.........

Passiamo alla seconda perete realizzando i camini,successivamente anche questa parete andra' rivestita col porex........

Ecco il risultato,questa parete sara' oggetto di una successiva lavorazione che vedremo in seguito........

Per l'edificio di sfondo e per velocizzare le operazioni andremo ad incidere tavolette di porex che andranno incise a mattone.......

Il punto della situazione...............

Completiamo il rivestimento dell'edificio di sfondo..........anche in caso l'intonaco subira' una successiva lavorazione(stuccatura e invecchiamento)..........

 

Passiamo a rifinire e rivestire il sottoportico,per velocizzare le operazioni incideremo delle basette che simuleranno i muri di mattoni.........

Realizziamo il soffitto simulando tavole e travi in legno.......

Situation........

Creiamo delle spaccature nell'intonaco.........

Da questo momento inizia una prima fase di stuccatura.....................

Il risultato.............

Iniziamo la copertura dei tetti,solito metodo con listelli in porex che andranno incisi a simulare i coppi.......

Il risultato.........

Rinforziamo i vari camini..........

Rifiniamoli.........

Creiamo un piccolo abbaino.....

Scegliamo la posizione della nostra "Nativita'"e tagliando il porex a misura  facciamo in modo che la base venga nascosta.........

La prossima lavorazione sara' il rivestimento della pavimentazione e la creazione del pozzo..........

Fissiamo le altre statuine che andranno a comporre la scena.........

Iniziamo il rivestimento della pavimentazione.......................

 

Completiamo il rivestimento della pavimentazione.........realizziamo il pozzo.......

 

Incidiamo i masegni................

Particolare...................anche in questo caso ci sara' un'ulteriore lavorazione.............

Incolliamo del cartoncino nero all'interno delle finestre per dare profondita'........

Con listelli di balsa andiamo a creare gli infissi.....................

Iniziamo la creazione delle porte.................

Situazione..................

 Realizziamo le inferriate utilizzando per quelle in primo piano gli stuzzicadenti,mentre per le altre usiamo della rete metallica..................


I pluviali........

Completiamo pluviali e gorne.................

Rifiniamo i camini.........

Realizziamo un edificio che fara' da sfondo al sottoportico..................

Diamo un'ultima stuccata .............

La struttura del nostro diorama e' praticamente conclusa,passiamo al fase di colorazione.............diamo su tutto il diorama una passata di cementite all'acqua precolorata con terra d'ombra naturale...........

Il risultato......

Dall'alto.........................

Iniziamo con la mano di fondo (terra d'ombra naturale+blu oltremare) che va passata su tutto il diorama............

Ecco il risultato............come potete vedere da quest'ultima immagine ho aggiunto una statuina perche' la scena mi sembrava un po' vuota........

Iniziamo la colorazione dei coppi con ocra rossa differenziando con ocra rossa + bianco..........

Coloriamo con ocra rossa anche le parti a mattone...........

Ecco lo sfondo del sottoportico........

Coloriamo i solieri e le parti in marmo.......

Iniziamo a rifinire la colorazione.........

Fissiamo l'inferriata realizzata con rete metallica......

Il punto della situazione......

Passiamo ala colorazione dei masegni e del pozzo..........

Completiamo la scena con l'aggiunta di una colonna........

Coloriamo e fissiamo l'edificio di sfondo.........

Fissiamo il cielo.........

Andiamo a dipingere un po' di nuvole................

 

Realizziamo il boccascena..........e predisponiamo la nostra illuminazione (una lampada a led)...........

Realizzazione delle fioriere........

 Realizziamo le gorne........

Ecco alcuni complementi in porex......................

Il loro posizionamento nella scena...........

Il diorama a questo punto e' praticamente concluso,guardo il calendario e' gia' l'antivigilia di Natale (anche per quest'anno ce l'abbiamo fatta!!!!) allora Buon Natale a tutti e al prossimo diorama................................ciao valter

 

Sono due i tipi di colorazione usati dai presepisti e sono la colorazione con colori acrilici oppure la colorazione con le terre.Diciamo che il secondo metodo e' un po' piu' difficile da applicare,per questo vorrei approfondire il discorso sulla colorazione con acrilici.Per prima cosa bisogna preparare il fondo quindi prima di passare ai colori andremo a stendere una mano di acqua mischiata a vinavil per quanto riguarda il cartongesso mentre per il porex andremo a stendere una mano di cementite all'acqua.

Pagina 2 di 2